VESTITI greco antico, bellezza, acconciature e igiene, acconciature spartano.

VESTITI greco antico, bellezza, acconciature e igiene, acconciature spartano.

VESTITI greco antico E GIOIELLI

letteratura greca presenta alcuni capi insoliti. in Euripide Medea una sposa viene inviato un regalo di matrimonio di un abito che le lacrime della sua carne e un copricapo che brucia spontaneamente lasciandola solo frammenti di ossa e resti carbonizzati.

Con il 5 ° secolo aC artigiani greci avevano sollevato gioielli-making a regola d’arte. gioielli greci e ornamenti inclusi gioielli d’oro, diademi, perle, pietre e tenuta finemente intagliato in legno. Gli Egiziani e gli Assiri usato mattoni smalto per decorare i loro edifici. I Greci ed i Romani erano maestri di utilizzare smalti per fare gioielli.

Greco antico e tessuti e coloranti romana

donna filatura stoffa La maggior parte di stoffa è stato fatto da lana e lino. Gran parte di essa era piuttosto corso. Molto pochi resti di stoffa greca rimangono. La maggior parte di ciò che sappiamo viene da una documentazione scritta, sculture, bassorilievi e pitture vascolari. telaio di Penelope era una delle principali caratteristiche della Odissea. Homer si riferisce a "coperte fiera viola" e "mensole di spessore “.

I Greci ed i Romani usavano in pelle e sviluppato metodi abbastanza sofisticati di concia. soldati romani indossavano corazze di feltro e gli eserciti viaggiato con pecore e telai di vestiti i loro soldati. Invece di naftalina romani usavano le vergini petto nudo di combattere le tarme lana alimentari.

I romani e greci avevano familiarità con la seta, ma non avevano idea di come è stato fatto. Plinio il Vecchio speculato tessile è stata fatta da "il pelo del mare-pecore" e Aristotele descrive il baco da seta come un verme corna delle dimensioni di un gatto. Alessandro Magno portò in seta con sé dopo la sua conquista della Persia, e il tessuto era di gran moda nell’antica Roma, dove sono state approvate leggi per ridurre la domanda per il panno.

I Greci usavano tinture marrone, rosso e giallo a base di piante, corteccia e minerali. Molti dei loro capi sono stati sbiancato bianco e decorato con disegni a mano con motivi geometrici applicati.

Fenicia Viola Dye

Vestigia di porpora
industria in Libano La città fenicia di Tiro si è arricchita dalla vendita di un tessile viola tinto che sono stati utilizzati per indicare regalità. Il colorante è stato prodotto da Murex, una lumaca marina a forma di tromba ancora trovato tra rocce nel Mediterraneo orientale oggi. Pile di gusci e grandi vasche indicato che la produzione di tintura è stata condotta su scala industriale. In Sidone, archeologo ha trovato un cumulo di 300 piedi di lunghezza di conchiglie Murex.

Royal Purple è stato prodotto già nel 1200 aC Il colorante è stato fatto di urina, acqua di mare e inchiostro dalle vesciche delle lumache Murex. Per estrarre le lumache, i gusci sono stati messi in una vasca in cui i loro corpi imputridissero escreti un liquido giallastro. A seconda di quanta acqua è stato aggiunto il liquido prodotto sfumature che vanno dal rosa al viola scuro.

Viola non è fatto da conchiglie di mare nel Mediterraneo orientale, ma è ancora si fa a Oaxaca, Messico. In inverno Porpora molluschi sono raccolti da rocce e aperti e il porpora viene applicato al filato proprio lì nel posto.

Greco antico Clothmaking e tessitura

Uomini greci antica e Abbigliamento Donna

abiti maschili uomini greci, macedoni e romani favorito indumenti toga-like, mentre antichi uomini cinesi e persiani spesso indossavano pantaloni. uomini greci indossavano due tipi di abbigliamento: un mantello drappeggiato in vari modi intorno al corpo con "vari gradi di modestia" (il himation ), E un mantello drappeggiato intorno una spalla e appuntato verso l’altro (il clamide ). Cinture a volte sono stati indossati e il materiale in eccesso è stato farcito in un sacchetto.

Già nel 2500 aC donne in Minoa indossavano reggiseni che completamente sollevati i seni di una donna dai suoi capi. donne greche e romane legati nel loro seno con fasce di tessuto che rase al suolo il loro petto e ridotto le dimensioni del seno.

Antichi greci Cappelli e calzature

Sandali erano la forma primaria di calzature in Mesopotamia, Egitto, Grecia e Roma. I ricchi greci indossavano sandali decorati con gioielli e oro. Romano ha sviluppato i sandali con la suola spessa, fianchi in pelle e collo del piede allacciate. Calzature è principalmente i ricchi. I poveri in gran parte è andato a piedi nudi.

scarpe antichi dove generalmente a base di foglie di palma intrecciate, fibra vegetale, cuoio o di papiro e sono stati mantenuti in posizione sul piede con fasce di lino o pelle. Le più antiche scarpe noti sono mocassino come calzature pellame greggio con lacci indossati in Babilonia intorno al 1600 aC donne greche portavano scarpe simili in tutto 600 aC Già nel 600 aC donne greche portavano socklike pantofole chiamate sykhos. la fonte della parola calzino.

Bellezza e Cosmesi nella Grecia antica

Aristotele ha detto una volta "la bellezza è una raccomandazione di gran lunga maggiore rispetto a qualsiasi lettera di presentazione." A differenza degli egizi e romani, che hanno usato un sacco di make-up e profumi e indossava acconciatura appariscente, i greci preferivano l’aspetto naturale. Il corpo maschile disadorna, in particolare, è stato glorificato in sport e scultura. Make up cortigiane è stato associato.

Acconciature in Grecia antica

classe superiore cultura greca è la prima cultura conosciuta alla luce premio o capelli biondi. E ‘stato identificato con la desiderabilità e innocenza. Molti eroi greci come Achille, Meenelaus e Parigi avevano capelli chiari. Alcuni greci alleggerito i capelli con saponi e decoloranti alcaline disponibili dalla Fenicia. Alcuni cortigiane sono morti i loro capelli con un intruglio a base di fiori gialli di mele al profumo, pollini e sali di potassio.

Antichi greci Tatuaggi

A differenza di tatuaggi di oggi, che sono prevalentemente decorativa, tatuaggi nell’antichità soprattutto avevano finalità punitive, magiche e mediche e sono stati utilizzati per identificare schiavi e indesiderabili. L’usanza era così diffuso c’erano tatuatori professionisti specializzati in schiavi, i criminali e prigionieri. Persiani, Greci, Romani, Sciti, Daci, Galli, Pitti, Celti e britannici tutti praticavano il tatuaggio. Il tatuaggio è stato probabilmente introdotto in Grecia dalla Persia intorno al 6 ° secolo aC Ma l’usanza risale a molto oltre. Otzi, il 5.500 anni, uomo di ghiaccio si trovano in Alpi italiane, aveva tatuato linee parallele sul suo piede destro e la caviglia, bar lungo la sua spina dorsale, le linee al suo polpaccio sinistro, e croci all’interno del ginocchio destro. [Fonte: Adrienne Mayor, Archeologia, marzo / aprile 1999],

Secondo Erodoto, la Tracia trovato fiera pelle uomini poco attraenti e donne con i tatuaggi sono stati molto ammirati. Traci che sono stati contrassegnati con prigioniero di guerra aveva tatuaggi li impreziosito in tatuaggi decorativi. Tra il Mossynoikoi, che ha vissuto sul Mar Nero nel V secolo aC lo storico Senofonte ha osservato, "i bambini paffuti delle migliori famiglie sono state completamente tatuati fronte e retro con fiori in molti colori."

prigionieri tatuaggio in tempo di guerra era comune. Dopo Atene ha sconfitto l’isola egea di Samos nel V secolo aC i capi di Atene ordinato fronte dei prigionieri di guerra da tatuare con un gufo, l’emblema di Atene. Quando Samos fine sconfitto Atene, fronte dei prigionieri di guerra ateniesi erano tatuati con l’immagine di una nave da guerra Samos. Una sorte simile toccò 7.000 Ateniesi, che erano tatuati con immagini di cavalli, il simbolo di Siracusa, dopo che erano stati sconfitti a Siracusa.

I Greci anche riferito utilizzato tatuaggi di animali e forme geometriche per evidenziare la muscolatura e il movimento. Le cifre sulla vasi e crateri spesso dispongono di tatuaggi di parallele linee, sunbursts, chevron, cerchi, viti, scale, spirali, zig-zag, spirali e animali stilizzati.

Profumi nell’antica Grecia e Roma

stirgils uomini greci profumati diverse parti del loro corpo con diversi profumi. Scrittori in 400 aC suggerito olio di mandorle per mani e piedi, menta per le braccia, timo per le ginocchia, rosa, cannella o olio di palma per le mascelle e il petto, e la maggiorana per i capelli e le sopracciglia. Alcuni politici trovati uso di queste fragranze per essere così ossessivo hanno suggerito passando leggi che li vieta.

Greci usavano oli profumati a base di ricette egiziane come deodoranti. Alessandro Magno era appassionato di profumi e incenso. Aveva le sue tuniche immersi nel profumo di zafferano.

Gli antichi greci fecero profumi e medicinali dalle rose e ha aggiunto olio di lavanda per bagni pubblici. Hanno usato anche mandarino, arancia e limone come profumi e tenuti profumi in flaconi di alabastro traslucido. I romani versato acqua di rose nei loro bagni e rilasciato aromi in aria durante banchetti e orge con colombe bianche profumate che distribuivano profumo mentre volavano circa. Rich aristocratici romani dormivano su cuscini ripieni di zafferano, quando hanno subito una sbornia.

Greco antico Igiene

bottiglia di profumo La più antica vasca confermato venire da Minoa. Forma un po ‘come una vasca moderna, è stato trovato nel palazzo del re Minosse a Cnosso ed è stato datato intorno al 1700 aC I Greci non avevano i lussuosi bagni che i Romani avevano. I loro bagni pubblici avevano docce e aria calda attaccato alla palestra.

I Greci apprezzavano la pulizia e potrebbe essere bagnata regolarmente, ma non hanno usato il sapone. Si ungevano il corpo con olio e cenere; si ripulita con blocchi di pomice o sabbia, e poi si demolito con uno strumento metallico ricurvo chiamato strigile. Dopo che hanno fatto tutto quello che si sono immersi in acqua e sono state unte con olio d’oliva.

In La romantica storia di Profumo. John Trueman ha scritto, "Gli uomini del mondo antico erano pulite e profumate. uomini europei del Medioevo erano sporchi e inodore. Quelli di epoca medievale e moderna fino a circa la fine del 17 ° secolo, erano sporchi e profumata. gli uomini del XIX secolo erano pulite e inodore."

Fonti immagine: Wikimedia Commons, il Louvre, il British Museum

Domande o commenti, e-mail ajhays98@yahoo.com

Related posts

Related posts