Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, la terapia abuso di alcool.

Ricerca Alcol - Salute, Volume 34, Numero 2, la terapia abuso di alcool.

Prevenzione mirati approcci ciò che funziona

Genevieve M. Ames, Ph.D. e Joel B. Bennett, Ph.D.

GENEVIEVE M. AMES, Ph.D. è uno scienziato senior presso l’Istituto Pacifico per la ricerca e la valutazione (PIRE) e professore a contratto presso la School of Public Health, University of California, sia a Berkeley, in California.

JOEL B. BENNETT, Ph.D. è presidente del benessere organizzativo & Learning Systems, Fort Worth, Texas.

PAROLE CHIAVE: Abuso di alcool; legato al lavoro di alcol e di altre questioni di droga; prevenzione; ambiente di lavoro; sul posto di lavoro a base di prevenzione; interventi sul posto di lavoro; programmi di assistenza dei dipendenti; la promozione della salute; la promozione della salute sociale; breve intervento; Web-based intervento; prevenzione a livello ambientale; dipendente; datore di lavoro

Questo articolo presenterà i risultati da diversi recenti prevenzione sul luogo di lavoro–studi di intervento e si concentrerà su quegli sforzi di intervento che colpiscono tutti i dipendenti, indipendentemente dal livello di consumo di alcol e problemi (vale a dire le strategie di prevenzione primaria).

Interventi sul posto di lavoro

La promozione della salute

Attraverso campagne di stile di vita, i datori di lavoro possono incoraggiare i lavoratori a ridurre lo stress, migliorare la nutrizione e l’esercizio fisico, e ridurre i comportamenti a rischio, come bere, fumare, e altre droghe. Ad esempio, in uno studio tra i lavoratori della società di assicurazioni, Cook e colleghi (2003) testato un programma che ha incorporato la sostanza prevenzione abusi in entrambi un programma di gestione dello stress e una nutrizione / peso– programma di gestione. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere o da soli o con l’abuso di sostanze prevenzione del programma di salute. Entrambi i programmi sono stati consegnati in tre sessioni di gruppo di circa 45 minuti ciascuno.

Tutti i partecipanti hanno riportato cambiamenti positivi sulle misure di stress e mangiare sano dopo il programma. Tutte le modifiche delle misure di stress e alcuni dei cambiamenti nel mangiare sano stati mantenuti 8 mesi dopo. È importante sottolineare che i partecipanti in entrambi i gruppi mostravano simili, miglioramento significativo indipendentemente dalla presenza del programma sostanza abuso di prevenzione. Ad esempio, i partecipanti di gestione dello stress hanno mostrato un miglioramento significativo sulle misure a tre atteggiamento / percezione di abuso di sostanze e significative diminuzioni di alcol e altre droghe, indipendentemente dal fatto che hanno ricevuto il programma di abuso di sostanze. Il gruppo di controllo non ha mostrato questi miglioramenti. Lo studio’s risultati suggeriscono che i lavoratori possono cambiare gli atteggiamenti importanti, percezioni e le pratiche in materia di abuso di sostanze se sono esposti a sessioni di gestione dello stress, indipendentemente dal fatto che sostanze esplicito materiali di prevenzione degli abusi sono presentati.

Cook e colleghi (2004) hanno valutato un programma di promozione della salute con la sostanza prevenzione dell’abuso tra i 374 lavoratori edili da cinque siti. I lavoratori sono stati assegnati in modo casuale a ricevere la “Utensili elettrici” programmare sia con la prevenzione di abuso di sostanze o senza i messaggi di prevenzione. Il programma, che ha usato video e materiali di stampa ed è stato consegnato in sette sessioni di 45 minuti, incentrato sull’adozione di comportamenti salutari. I partecipanti al gruppo di intervento ha mostrato un miglioramento sulle fasi di variazione misure di fumare e di bere, ma non su alcol e altre droghe.

Richmond e colleghi (2000) hanno valutato un intervento stile di vita sul posto di lavoro chiamato Workscreen tra i 1.206 lavoratori delle poste a Sydney, in Australia. Il programma prevedeva la consapevolezza della salute e interventi brevi per i comportamenti ad alto rischio. Nel gruppo di intervento, il 61 per cento dei dipendenti complessivi e il 58 per cento di quelli identificati come bevitori eccessivi partecipato valutazione della salute. Sebbene l’analisi complessiva non ha rivelato una riduzione del consumo di alcol, le donne nel gruppo di intervento significativamente ridotto il loro numero di bevande consumate al 10 mesi di follow-up.

In un altro studio (Heirich e Sieck 2000), i ricercatori hanno assegnato 2.000 lavoratori industriali selezionati attraverso lo screening della salute cardiovascolare a ricevere o singole classi di consulenza o di educazione sanitaria. A causa dei cambiamenti nel mondo del lavoro durante il periodo di studio, i ricercatori hanno dovuto creare un terzo gruppo di intervento, che comprende i lavoratori che si sono offerti per la consulenza. Dopo 3 anni di intervento, il 38 per cento dei bevitori del livello di rischio più elevato che hanno ricevuto consulenza ha abbassato il loro livello di rischio, rispetto al 22 per cento dei bevitori con lo stesso livello di rischio iniziale che non sono stati consigliati. Gli autori hanno concluso che l’intervento di consulenza, con follow-up, ha avuto più impatto sul cambiamento del comportamento di lezioni di educazione sanitaria.

Sociale Promozione della Salute

Un quarto studio (Patterson et al. 2005) adattato consapevolezza della squadra per i lavoratori di piccole imprese in settori ad alto rischio. Uno studio randomizzato ha valutato l’impatto di entrambi consapevolezza della squadra e di un programma di promozione della salute sui metodi di lavoro per rilassarsi dallo stress dopo il lavoro. Self-report di utilizzo di sostanze (alcol e droghe) per rilassarsi e svolgimento sano (ad esempio chiamata o trascorrere del tempo con gli amici o esercizio) sono stati esaminati 2 settimane prima e dopo l’allenamento. Anche se non vi è stato alcun effetto sull’uso di sostanze per rilassarsi, i partecipanti della squadra di sensibilizzazione hanno mostrato un aumento dell’uso di svolgimento positivo rispetto ai soggetti di controllo.

Brevi interventi possono anche includere l’educazione alcol e tecniche motivazionali di miglioramento per stimolare il cambiamento di comportamento. Alcuni studi hanno valutato interventi brevi (composto da uno a tre sessioni) sul posto di lavoro. In uno studio di 155 dipendenti ad una società di cibo e il servizio di vendita al dettaglio, Anderson e Larimer (2002) assegnati in modo casuale ai partecipanti, o un programma di breve alcool prevenzione dell’abuso, con un feedback personale, l’istruzione di alcol, e la formazione delle competenze, o di un gruppo di controllo senza trattamento . bevitori problematici femminili che hanno ricevuto l’intervento sono stati più probabile rispetto a quelli del gruppo di controllo per ridurre le conseguenze negative alcol-correlati al 6 mesi di follow-up. I risultati suggeriscono che i partecipanti addestrati anche ridotto la frequenza di bere al follow-up.

Interventi mirati per l’ambiente di lavoro

Tuttavia, va notato che il rafforzamento lingua politiche e l’applicazione è complessa, e riluttanza a cambiamenti nella politica è più un fattore della struttura organizzativa (ad esempio, la gestione e / o unione) di resistenza dipendente. Utilizzando il modello Ames come una guida, un altro studio che ha esaminato 7.255 supervisori in sette aziende dimostrato che i manager percepiscono barriere personali, interpersonali e organizzativi per far rispettare la politica di alcol. Più basso è il manager è nella gerarchia, più è probabile che lui / lei è di percepire gli ostacoli; Inoltre, le donne manager e supervisori di prima linea hanno incontrato il maggior numero di barriere (Bell et al. 1996). Nel contesto di questo stesso studio, un sondaggio di 6.370 dipendenti in 16 siti di lavoro aziendali ha mostrato che il 65 per cento degli intervistati ha sostenuto pre-assunzione di droga test, 81 politiche per cento sostenuto che ha permesso per il test dopo un incidente, e il 49 per cento supportato test casuali. Il sostegno è stato coerente in tutta la gerarchia (dirigenti, supervisori e lavoratori), e il supporto per alcool test cantiere era più alto tra gli operai di cui i lavori di produzione o l’esposizione a rischi coinvolti cantiere (al. Howland et 1996).

La prevenzione in campo militare: primi risultati su una strategia ambientale

Genevieve M. Ames, Ph.D. e Christopher Spera, Ph.D.

GENEVIEVE M. AMES, Ph.D. è uno scienziato senior presso PIRE e professore a contratto presso la School of Public Health, University of California–Berkely, CA.

CHRISTOPHER SPERA, Ph.D. è un ricercatore presso ICF International a Fairfax, in Virginia.

attività di intervento comprese le seguenti:

  • L’applicazione mira a ridurre la disponibilità sociali di alcol, di cui almeno tre operazioni all’anno per verificare bevitori’ identificazioni e almeno due delle operazioni con parti-dispersione controllati ogni anno;
  • Un minimo di due a tre controlli di conformità (utilizzando gli acquirenti minorenni segrete) all’anno in alcol rivenditori vicino alla base e nelle zone frequentate dai membri in servizio attivo minorenni per garantire che gli stabilimenti non vendevano alcol per i membri in servizio attivo minorenni;
  • il numero e la frequenza dei controlli DUI aumentate nella Comunità, tra cui un minimo di almeno due delle operazioni di pattugliamento DUI all’anno destinati a feste di alcool giovanili e la successiva guida dentro e intorno alle loro rispettive aree e le comunità;
  • Lavorare per educare i legislatori statali circa modifiche alle politiche e leggi che possono influenzare bere minorenni (ad esempio orientando le foto su licenze dei minorenni e dei driver per adulti in modo diverso, come ad esempio a testa alta contro profilo oa sinistra rispetto al lato destro);
  • Sviluppo e implementazione di una campagna di sensibilizzazione e di supporto su base comunitaria per ridurre bere, tra cui bere pesante; e
  • Offrendo attività alternative che non includono potabile (ad esempio le attività sportive).

Al Tucson, Arizona / Davis-Monthan comunità AFB, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF globale a pre-test e post-test, ma confrontando le modifiche in tempo, ha mostrato una diminuzione di 9,8 punti percentuali nel bevitori problematici, a fronte di un punto di flessione 11.2 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione del punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il cambiamento tasso di prevalenza non era significativamente differente dal cambiamento al luogo di confronto e il generale AF.

Per la Honolulu, comunità di AFB Hawaii / Hickam, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF generale, ma al post-test, la percentuale era del 7,0 punti percentuali in meno rispetto al sito di confronto e di 4,3 punti percentuali in meno rispetto il generale AF. Quando si confrontano le modifiche in tempo, c’è stata una diminuzione di 9,4 punti percentuali in bevitori problematici, rispetto ad un punto di flessione 5.8 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Nel Sacramento, comunità / Beale AFB in California, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF globale a pre-test e post-test, ma attraverso il tempo c’è stata una diminuzione di 8,1 punti percentuali nei bevitori problematici, rispetto al una diminuzione punto 9.3 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il declino tasso di prevalenza non era significativamente differente dal cambiamento al luogo di confronto e il generale AF.

Infine, nella Great Falls, Montana / Malmstrom comunità AFB, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF complessivo a pre-test, ma al post-test, la percentuale di bevitori problematici era di 12,8 punti percentuali in meno rispetto al sito di confronto, ma 5,5 punti percentuali in più rispetto complessiva AF. Confrontando i cambiamenti attraverso il tempo ha mostrato una diminuzione di 5,3 punti percentuali nei bevitori problematici, a fronte di un incremento di 11,3 punti percentuali per il sito di confronto e una diminuzione di 6,6 punti percentuali per il complesso AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il tasso di prevalenza è sceso al Malmstrom AFB in misura maggiore rispetto alla comunità di confronto.

Conclusioni

Questa barra laterale presenta i primi risultati di una valutazione dell’intervento. Gli autori sottolineano che il tasso di problema potabile in generale AF per il personale arruolato minori è diminuito in modo significativo (6,6 punti percentuali) durante il periodo di valutazione, che potrebbe essere attribuito alla attività di prevenzione AF a livello, come la cultura del programma di scelte responsabili, tra altri fattori. Anche se tutti i cinque siti hanno mostrato una diminuzione della percentuale di personale arruolato minori di segnalazione problema con l’alcol durante il periodo di valutazione, i più promettenti primi risultati sono stati da due comunità Arizona (vale a dire una diminuzione punto 13.6 percentuale alla comunità Phoenix / Luke AFB e una percentuale 9.8 diminuzione punto alla comunità di Tucson / Davis-Monthan AFB). Gli autori fanno notare che questi cambiamenti rappresentano promettenti, ma non necessariamente causale, le relazioni tra i risultati di intervento e di indagine. Essi suggeriscono che Arizona avuto particolare successo per una serie di ragioni, tra cui la velocità con la quale è stata sviluppata la coalizione e le attività di intervento che sono state attuate. Le due comunità Arizona guida utilizzato anche dal Minorenni Bere Enforcement Training Center presso l’Istituto del Pacifico per la ricerca e la valutazione, l’ingresso da parte dei partner federali (cioè il OJJDP e l’Istituto nazionale su abuso di alcool e l’alcolismo [NIAAA], e degli Stati Uniti AF), e linee guida best practice dal Substance Abuse e Mental Health Services Administration sulla costruzione di coalizioni generate dallo stato per promuovere la prevenzione comunità. A questo proposito, in Arizona ha avuto una task force minorenne-potabile sul posto prima dell’inizio dell’intervento. Inoltre, queste due comunità assunto un partner locale esterno (vale a dire pima Prevention Partnership) per contribuire ad attuare le loro attività. Dato che entrambe queste comunità sono in aree urbane, sono stati in grado di identificare più facilmente e offrono attività alternative a bere per i membri giovani in servizio attivo, rispetto ai siti in zone più rurali, dove il numero di attività alternativa può essere forse limitato. Infine, le due comunità Arizona hanno ricevuto un forte sostegno da una leadership a livello di base.

Ulteriori ricerche continuerà a valutare i tassi di problema potabile in queste comunità nel corso del tempo per determinare se i cambiamenti recensito qui persistono.

Riferimenti

Ames, G. e Cunradi, utilizzano C. Alcol e prevenzione dei problemi alcol-correlati tra i giovani adulti in campo militare. ricerca alcol & Salute 28 (4): 252–257, 2004/2005.

Sintesi e raccomandazioni per un quadro orientativo

È importante sottolineare che le valutazioni delle varie strategie recensione qui—promozione della salute, promozione della salute sociale, brevi interventi, interventi basati sul Web, e ambiente strategie—hanno proceduto in maniera frammentaria, senza considerare che ogni strategia varia nel suo potenziale portata e livelli sovrapposti di intervento. Tale considerazione è importante perché i programmi che mirano cambiamento comportamentale livello individualismo (ad esempio SBIRT) possono verificarsi nel contesto dei processi di gruppo (ad esempio sensibilizzazione della squadra) o più ampie strategie ambientali (ad esempio di applicazione di policy). Allo stesso modo, fattori come l’accesso a Internet, l’assicurazione sanitaria, e la programmazione EAP variano notevolmente da un’organizzazione all’altra. In breve, vi è la mancanza di un quadro contestuale che potrebbe guidare studi che confrontano gli effetti di diversi interventi.

Un quadro è raccomandato per guidare il pensiero circa gli sforzi di prevenzione future, potenzialmente coordinare gli studi di valutazione, l’integrazione di approcci, e in ultima analisi, determinare quali tipi di programmi sono più efficaci (vedi figura 2). Il posto di lavoro è un ambiente complesso soggette a diversi fattori che possono influenzare l’utilizzo del programma e l’efficacia. Il quadro comprende tre prospettive per aiutare ad organizzare questi fattori: l’obiettivo dell’intervento; programma di portata (e si sovrappongono); e il programma in forma. In primo luogo, i ricercatori potrebbero trarre beneficio da distinguere il livello mirata degli interventi di prevenzione: l’individuo; il gruppo di lavoro; e / o la forza lavoro complessivo all’interno dell’organizzazione. Brevi interventi, forniti su un formato basato-Web uno-a-uno o, tendono ad essere associati con cambiamento individuale. Al contrario, strategie ambientali (ad esempio politiche di alcol-controllo, il monitoraggio disponibilità sociale e fisico di alcol durante le ore di lavoro, le modifiche che riducono lo stress) obiettivo della forza lavoro nel suo complesso e il comportamento cambiamento nella popolazione. Tuttavia, queste tendenze non sono necessariamente sempre vero, perché ci possono essere effetti di sovrapposizione. Politiche a seguito strategie ambientali possono espandere o addirittura mandato di programma per la promozione della salute individuale o di proiezioni, ei programmi di salute sociale possono ridurre le barriere per utilizzare EAP in cui si verificano proiezioni e programmi di trattamento di alcol.

Gli autori forniscono un quadro (vedi tabella) per iniziare a pensare e la generazione di disegni di ricerca che andrebbero al di là di studi isolati per esaminare gli effetti unici, combinato, e da allora in poi olistici di interventi. D’altra parte, la tabella può essere usata per aiutare il controllo ricercatori per o co-variano altri fattori. A causa della complessità osservato, le quattro strategie possono essere meglio pensato di caratteristiche come separate che possono essere manipolate (o controllata per) in tutto il disegno, piuttosto che i tipi di intervento alternativi.

Informativa finanziaria

Gli autori dichiarano di non avere interessi finanziari concorrenti.

Riferimenti

Apgar, K.R. Problema Brevi: Soluzioni ad abuso di sostanze sul posto di lavoro: strategie di prevenzione e trattamento. Washington, DC: Business Group Nazionale sulla salute 2003.

Bell, N .; Mangione, T.W .; Howland, J .; et al. barriere cantiere per la gestione efficace dei problemi di alcol. Journal of Occupational and Environmental Medicine 38 (12): 1213–1219,1996.

Cook, R.F .; Indietro, A.Ş .; Trudeau, J.V .; e McPherson, T. L’integrazione di sostanze prevenzione abuso in programmi di promozione della salute nei luoghi di lavoro: un intervento sociale cognitiva mira l’utente mainstream. In: Bennett, J.B. e Lehman, W.E.K. Eds. Prevenire posto di lavoro Sostanza Abus e. Washington, DC:. American Psychological Association 2003, pp 97–133.

Cook, R.F .; Hersch, R.K .; Indietro, A.Ş .; e McPherson, T.L. La prevenzione di abuso di sostanze tra i lavoratori edili: una prova sul campo di un programma cognitivo-sociale. Ufficiale di prevenzione primaria 25 (3): 337–357, 2004.

Hoffman, J. e Larison, C. Il consumo di droga, infortuni sul lavoro e turnover del personale. Journal of problemi di droga 29: 341–364, 1999.

McMahan, S .; Wells, M .; Stokols, D .; et al. Valutare la programmazione della promozione della salute nelle piccole imprese. American Journal of Health Studies 17 (3): 120–128, 2001.

Midford, R .; Welander, F .; e Allsop, S. Prevenzione alcool e di altri problemi di droga sul posto di lavoro. In: Stockwell, T .; Gruenewald, P .; Toumbourou, J .; e Loxley, W .; Eds. Prevenire sostanza nociva Uso: la base di conoscenze per la politica e la pratica. Chichester, West Sussex, in Inghilterra: John Wiley & Sons, Ltd. 2005, pp. 191–205.

Murray, D.M. Progettazione e analisi di studi di gruppo randomizzato. New York, NY: Oxford University Press, 1998.

Naimi, T .; Brewer, R.D .; Campbell, K.P .; e Chattopadhyay, S. abuso di alcol prove-dichiarazione: screening e consulenza. In: Campbell, K.P .; Lanza, A .; Dixon, R .; et al .; Eds. Un acquirente’s Guida ai servizi di prevenzione clinici: Scienza Moving in copertura. Washington, DC: Business Group Nazionale sulla salute, 2006.

Newcomb, M.D. potenziali dinamiche di intossicazione sul posto di lavoro: predittori e le conseguenze personali e relative al lavoro. Psicofarmacologia Sperimentale e Clinica 03:56–74, 1995.

Patterson, C.R .; Bennett, J.B .; e Wiitala, W.L. Sano e non sano di stress svolgimento: Promuovere la salute nelle piccole imprese. Journal of Business e Psicologia 20 (2): 221–247, 2005.

Petree, R.D .; Broome, K .; e Bennett, J.B. Esplorare e ridurre lo stress nei giovani operai del ristorante: risultati di uno studio randomizzato di campo. American Journal of Health Promotion. in stampa.

Related posts

  • Alcol – L’Ufficio of Adolescent Health, abuso di alcol effetti sulla salute.

    LO SAPEVATE? Dai un’occhiata a queste risorse per gli adolescenti che possono essere prese con problemi di alcol: Chiamare il abuso di sostanze e sostanza servizi di salute mentale di Amministrazione (di SAMHSA) …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, la prevenzione abuso di alcool.

    Prevenzione mirati approcci cosa funziona Melissa H. Stigler, Ph.D. M.P.H .; Emily Neusel, M.P.H .; e Cheryl L. Perry, Ph.D. MELISSA H. Stigler, Ph.D. M.P.H. è un professore assistente, EMILY …

  • Uso e abuso di alcol – Harvard Salute, l’uso di alcol.

    A livello nazionale, quasi uno su 13 persone di età superiore ai 12 ha un problema con l’alcol. Altri milioni di impegnarsi in comportamenti di consumo a rischio che mettono a rischio la loro salute, le relazioni, la produttività, e …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, problemi di salute associati con l’alcolismo.

    L’alcol Health Research, Volume 34, Number Issue 2 J RGEN REHM, Ph.D. è direttore del Dipartimento di sociale ed epidemiologica di ricerca presso il Centro per dipendenze e salute mentale e …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 33, Numero 4, la terapia per la dipendenza da alcol.

    L’alcol Health Research, Volume 33, Numero Numero 4 Katie Witkiewitz, Ph.D. e G. Alan Marlatt, Ph.D. KATIE WITKIEWITZ, Ph.D. è un professore assistente presso il Dipartimento di Psicologia presso …

  • Alcol, droghe e aumento di peso o perdita di ciò che dice la ricerca, effetti dannosi dell’abuso di alcol.

    Circa l’autore Dr. Karen Vieira, PhD MSM Dr. Vieira è un ricercatore con un dottorato in Scienze Biomediche presso la University of Florida College of Medicine Dipartimento di Biochimica …

Related posts

Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, la terapia abuso di alcool.

Ricerca Alcol - Salute, Volume 34, Numero 2, la terapia abuso di alcool.

Prevenzione mirati approcci ciò che funziona

Genevieve M. Ames, Ph.D. e Joel B. Bennett, Ph.D.

GENEVIEVE M. AMES, Ph.D. è uno scienziato senior presso l’Istituto Pacifico per la ricerca e la valutazione (PIRE) e professore a contratto presso la School of Public Health, University of California, sia a Berkeley, in California.

JOEL B. BENNETT, Ph.D. è presidente del benessere organizzativo & Learning Systems, Fort Worth, Texas.

PAROLE CHIAVE: Abuso di alcool; legato al lavoro di alcol e di altre questioni di droga; prevenzione; ambiente di lavoro; sul posto di lavoro a base di prevenzione; interventi sul posto di lavoro; programmi di assistenza dei dipendenti; la promozione della salute; la promozione della salute sociale; breve intervento; Web-based intervento; prevenzione a livello ambientale; dipendente; datore di lavoro

Questo articolo presenterà i risultati da diversi recenti prevenzione sul luogo di lavoro–studi di intervento e si concentrerà su quegli sforzi di intervento che colpiscono tutti i dipendenti, indipendentemente dal livello di consumo di alcol e problemi (vale a dire le strategie di prevenzione primaria).

Interventi sul posto di lavoro

La promozione della salute

Attraverso campagne di stile di vita, i datori di lavoro possono incoraggiare i lavoratori a ridurre lo stress, migliorare la nutrizione e l’esercizio fisico, e ridurre i comportamenti a rischio, come bere, fumare, e altre droghe. Ad esempio, in uno studio tra i lavoratori della società di assicurazioni, Cook e colleghi (2003) testato un programma che ha incorporato la sostanza prevenzione abusi in entrambi un programma di gestione dello stress e una nutrizione / peso– programma di gestione. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere o da soli o con l’abuso di sostanze prevenzione del programma di salute. Entrambi i programmi sono stati consegnati in tre sessioni di gruppo di circa 45 minuti ciascuno.

Tutti i partecipanti hanno riportato cambiamenti positivi sulle misure di stress e mangiare sano dopo il programma. Tutte le modifiche delle misure di stress e alcuni dei cambiamenti nel mangiare sano stati mantenuti 8 mesi dopo. È importante sottolineare che i partecipanti in entrambi i gruppi mostravano simili, miglioramento significativo indipendentemente dalla presenza del programma sostanza abuso di prevenzione. Ad esempio, i partecipanti di gestione dello stress hanno mostrato un miglioramento significativo sulle misure a tre atteggiamento / percezione di abuso di sostanze e significative diminuzioni di alcol e altre droghe, indipendentemente dal fatto che hanno ricevuto il programma di abuso di sostanze. Il gruppo di controllo non ha mostrato questi miglioramenti. Lo studio’s risultati suggeriscono che i lavoratori possono cambiare gli atteggiamenti importanti, percezioni e le pratiche in materia di abuso di sostanze se sono esposti a sessioni di gestione dello stress, indipendentemente dal fatto che sostanze esplicito materiali di prevenzione degli abusi sono presentati.

Cook e colleghi (2004) hanno valutato un programma di promozione della salute con la sostanza prevenzione dell’abuso tra i 374 lavoratori edili da cinque siti. I lavoratori sono stati assegnati in modo casuale a ricevere la “Utensili elettrici” programmare sia con la prevenzione di abuso di sostanze o senza i messaggi di prevenzione. Il programma, che ha usato video e materiali di stampa ed è stato consegnato in sette sessioni di 45 minuti, incentrato sull’adozione di comportamenti salutari. I partecipanti al gruppo di intervento ha mostrato un miglioramento sulle fasi di variazione misure di fumare e di bere, ma non su alcol e altre droghe.

Richmond e colleghi (2000) hanno valutato un intervento stile di vita sul posto di lavoro chiamato Workscreen tra i 1.206 lavoratori delle poste a Sydney, in Australia. Il programma prevedeva la consapevolezza della salute e interventi brevi per i comportamenti ad alto rischio. Nel gruppo di intervento, il 61 per cento dei dipendenti complessivi e il 58 per cento di quelli identificati come bevitori eccessivi partecipato valutazione della salute. Sebbene l’analisi complessiva non ha rivelato una riduzione del consumo di alcol, le donne nel gruppo di intervento significativamente ridotto il loro numero di bevande consumate al 10 mesi di follow-up.

In un altro studio (Heirich e Sieck 2000), i ricercatori hanno assegnato 2.000 lavoratori industriali selezionati attraverso lo screening della salute cardiovascolare a ricevere o singole classi di consulenza o di educazione sanitaria. A causa dei cambiamenti nel mondo del lavoro durante il periodo di studio, i ricercatori hanno dovuto creare un terzo gruppo di intervento, che comprende i lavoratori che si sono offerti per la consulenza. Dopo 3 anni di intervento, il 38 per cento dei bevitori del livello di rischio più elevato che hanno ricevuto consulenza ha abbassato il loro livello di rischio, rispetto al 22 per cento dei bevitori con lo stesso livello di rischio iniziale che non sono stati consigliati. Gli autori hanno concluso che l’intervento di consulenza, con follow-up, ha avuto più impatto sul cambiamento del comportamento di lezioni di educazione sanitaria.

Sociale Promozione della Salute

Un quarto studio (Patterson et al. 2005) adattato consapevolezza della squadra per i lavoratori di piccole imprese in settori ad alto rischio. Uno studio randomizzato ha valutato l’impatto di entrambi consapevolezza della squadra e di un programma di promozione della salute sui metodi di lavoro per rilassarsi dallo stress dopo il lavoro. Self-report di utilizzo di sostanze (alcol e droghe) per rilassarsi e svolgimento sano (ad esempio chiamata o trascorrere del tempo con gli amici o esercizio) sono stati esaminati 2 settimane prima e dopo l’allenamento. Anche se non vi è stato alcun effetto sull’uso di sostanze per rilassarsi, i partecipanti della squadra di sensibilizzazione hanno mostrato un aumento dell’uso di svolgimento positivo rispetto ai soggetti di controllo.

Brevi interventi possono anche includere l’educazione alcol e tecniche motivazionali di miglioramento per stimolare il cambiamento di comportamento. Alcuni studi hanno valutato interventi brevi (composto da uno a tre sessioni) sul posto di lavoro. In uno studio di 155 dipendenti ad una società di cibo e il servizio di vendita al dettaglio, Anderson e Larimer (2002) assegnati in modo casuale ai partecipanti, o un programma di breve alcool prevenzione dell’abuso, con un feedback personale, l’istruzione di alcol, e la formazione delle competenze, o di un gruppo di controllo senza trattamento . bevitori problematici femminili che hanno ricevuto l’intervento sono stati più probabile rispetto a quelli del gruppo di controllo per ridurre le conseguenze negative alcol-correlati al 6 mesi di follow-up. I risultati suggeriscono che i partecipanti addestrati anche ridotto la frequenza di bere al follow-up.

Interventi mirati per l’ambiente di lavoro

Tuttavia, va notato che il rafforzamento lingua politiche e l’applicazione è complessa, e riluttanza a cambiamenti nella politica è più un fattore della struttura organizzativa (ad esempio, la gestione e / o unione) di resistenza dipendente. Utilizzando il modello Ames come una guida, un altro studio che ha esaminato 7.255 supervisori in sette aziende dimostrato che i manager percepiscono barriere personali, interpersonali e organizzativi per far rispettare la politica di alcol. Più basso è il manager è nella gerarchia, più è probabile che lui / lei è di percepire gli ostacoli; Inoltre, le donne manager e supervisori di prima linea hanno incontrato il maggior numero di barriere (Bell et al. 1996). Nel contesto di questo stesso studio, un sondaggio di 6.370 dipendenti in 16 siti di lavoro aziendali ha mostrato che il 65 per cento degli intervistati ha sostenuto pre-assunzione di droga test, 81 politiche per cento sostenuto che ha permesso per il test dopo un incidente, e il 49 per cento supportato test casuali. Il sostegno è stato coerente in tutta la gerarchia (dirigenti, supervisori e lavoratori), e il supporto per alcool test cantiere era più alto tra gli operai di cui i lavori di produzione o l’esposizione a rischi coinvolti cantiere (al. Howland et 1996).

La prevenzione in campo militare: primi risultati su una strategia ambientale

Genevieve M. Ames, Ph.D. e Christopher Spera, Ph.D.

GENEVIEVE M. AMES, Ph.D. è uno scienziato senior presso PIRE e professore a contratto presso la School of Public Health, University of California–Berkely, CA.

CHRISTOPHER SPERA, Ph.D. è un ricercatore presso ICF International a Fairfax, in Virginia.

attività di intervento comprese le seguenti:

  • L’applicazione mira a ridurre la disponibilità sociali di alcol, di cui almeno tre operazioni all’anno per verificare bevitori’ identificazioni e almeno due delle operazioni con parti-dispersione controllati ogni anno;
  • Un minimo di due a tre controlli di conformità (utilizzando gli acquirenti minorenni segrete) all’anno in alcol rivenditori vicino alla base e nelle zone frequentate dai membri in servizio attivo minorenni per garantire che gli stabilimenti non vendevano alcol per i membri in servizio attivo minorenni;
  • il numero e la frequenza dei controlli DUI aumentate nella Comunità, tra cui un minimo di almeno due delle operazioni di pattugliamento DUI all’anno destinati a feste di alcool giovanili e la successiva guida dentro e intorno alle loro rispettive aree e le comunità;
  • Lavorare per educare i legislatori statali circa modifiche alle politiche e leggi che possono influenzare bere minorenni (ad esempio orientando le foto su licenze dei minorenni e dei driver per adulti in modo diverso, come ad esempio a testa alta contro profilo oa sinistra rispetto al lato destro);
  • Sviluppo e implementazione di una campagna di sensibilizzazione e di supporto su base comunitaria per ridurre bere, tra cui bere pesante; e
  • Offrendo attività alternative che non includono potabile (ad esempio le attività sportive).

Al Tucson, Arizona / Davis-Monthan comunità AFB, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF globale a pre-test e post-test, ma confrontando le modifiche in tempo, ha mostrato una diminuzione di 9,8 punti percentuali nel bevitori problematici, a fronte di un punto di flessione 11.2 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione del punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il cambiamento tasso di prevalenza non era significativamente differente dal cambiamento al luogo di confronto e il generale AF.

Per la Honolulu, comunità di AFB Hawaii / Hickam, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF generale, ma al post-test, la percentuale era del 7,0 punti percentuali in meno rispetto al sito di confronto e di 4,3 punti percentuali in meno rispetto il generale AF. Quando si confrontano le modifiche in tempo, c’è stata una diminuzione di 9,4 punti percentuali in bevitori problematici, rispetto ad un punto di flessione 5.8 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Nel Sacramento, comunità / Beale AFB in California, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF globale a pre-test e post-test, ma attraverso il tempo c’è stata una diminuzione di 8,1 punti percentuali nei bevitori problematici, rispetto al una diminuzione punto 9.3 percentuale per il sito di confronto e una diminuzione punto 6.6 percentuale per la complessiva AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il declino tasso di prevalenza non era significativamente differente dal cambiamento al luogo di confronto e il generale AF.

Infine, nella Great Falls, Montana / Malmstrom comunità AFB, la percentuale di bevitori problematici non era significativamente differente sia dal sito di confronto o l’AF complessivo a pre-test, ma al post-test, la percentuale di bevitori problematici era di 12,8 punti percentuali in meno rispetto al sito di confronto, ma 5,5 punti percentuali in più rispetto complessiva AF. Confrontando i cambiamenti attraverso il tempo ha mostrato una diminuzione di 5,3 punti percentuali nei bevitori problematici, a fronte di un incremento di 11,3 punti percentuali per il sito di confronto e una diminuzione di 6,6 punti percentuali per il complesso AF. Quando si confrontano questi cambiamenti attraverso il tempo, il tasso di prevalenza è sceso al Malmstrom AFB in misura maggiore rispetto alla comunità di confronto.

Conclusioni

Questa barra laterale presenta i primi risultati di una valutazione dell’intervento. Gli autori sottolineano che il tasso di problema potabile in generale AF per il personale arruolato minori è diminuito in modo significativo (6,6 punti percentuali) durante il periodo di valutazione, che potrebbe essere attribuito alla attività di prevenzione AF a livello, come la cultura del programma di scelte responsabili, tra altri fattori. Anche se tutti i cinque siti hanno mostrato una diminuzione della percentuale di personale arruolato minori di segnalazione problema con l’alcol durante il periodo di valutazione, i più promettenti primi risultati sono stati da due comunità Arizona (vale a dire una diminuzione punto 13.6 percentuale alla comunità Phoenix / Luke AFB e una percentuale 9.8 diminuzione punto alla comunità di Tucson / Davis-Monthan AFB). Gli autori fanno notare che questi cambiamenti rappresentano promettenti, ma non necessariamente causale, le relazioni tra i risultati di intervento e di indagine. Essi suggeriscono che Arizona avuto particolare successo per una serie di ragioni, tra cui la velocità con la quale è stata sviluppata la coalizione e le attività di intervento che sono state attuate. Le due comunità Arizona guida utilizzato anche dal Minorenni Bere Enforcement Training Center presso l’Istituto del Pacifico per la ricerca e la valutazione, l’ingresso da parte dei partner federali (cioè il OJJDP e l’Istituto nazionale su abuso di alcool e l’alcolismo [NIAAA], e degli Stati Uniti AF), e linee guida best practice dal Substance Abuse e Mental Health Services Administration sulla costruzione di coalizioni generate dallo stato per promuovere la prevenzione comunità. A questo proposito, in Arizona ha avuto una task force minorenne-potabile sul posto prima dell’inizio dell’intervento. Inoltre, queste due comunità assunto un partner locale esterno (vale a dire pima Prevention Partnership) per contribuire ad attuare le loro attività. Dato che entrambe queste comunità sono in aree urbane, sono stati in grado di identificare più facilmente e offrono attività alternative a bere per i membri giovani in servizio attivo, rispetto ai siti in zone più rurali, dove il numero di attività alternativa può essere forse limitato. Infine, le due comunità Arizona hanno ricevuto un forte sostegno da una leadership a livello di base.

Ulteriori ricerche continuerà a valutare i tassi di problema potabile in queste comunità nel corso del tempo per determinare se i cambiamenti recensito qui persistono.

Riferimenti

Ames, G. e Cunradi, utilizzano C. Alcol e prevenzione dei problemi alcol-correlati tra i giovani adulti in campo militare. ricerca alcol & Salute 28 (4): 252–257, 2004/2005.

Sintesi e raccomandazioni per un quadro orientativo

È importante sottolineare che le valutazioni delle varie strategie recensione qui—promozione della salute, promozione della salute sociale, brevi interventi, interventi basati sul Web, e ambiente strategie—hanno proceduto in maniera frammentaria, senza considerare che ogni strategia varia nel suo potenziale portata e livelli sovrapposti di intervento. Tale considerazione è importante perché i programmi che mirano cambiamento comportamentale livello individualismo (ad esempio SBIRT) possono verificarsi nel contesto dei processi di gruppo (ad esempio sensibilizzazione della squadra) o più ampie strategie ambientali (ad esempio di applicazione di policy). Allo stesso modo, fattori come l’accesso a Internet, l’assicurazione sanitaria, e la programmazione EAP variano notevolmente da un’organizzazione all’altra. In breve, vi è la mancanza di un quadro contestuale che potrebbe guidare studi che confrontano gli effetti di diversi interventi.

Un quadro è raccomandato per guidare il pensiero circa gli sforzi di prevenzione future, potenzialmente coordinare gli studi di valutazione, l’integrazione di approcci, e in ultima analisi, determinare quali tipi di programmi sono più efficaci (vedi figura 2). Il posto di lavoro è un ambiente complesso soggette a diversi fattori che possono influenzare l’utilizzo del programma e l’efficacia. Il quadro comprende tre prospettive per aiutare ad organizzare questi fattori: l’obiettivo dell’intervento; programma di portata (e si sovrappongono); e il programma in forma. In primo luogo, i ricercatori potrebbero trarre beneficio da distinguere il livello mirata degli interventi di prevenzione: l’individuo; il gruppo di lavoro; e / o la forza lavoro complessivo all’interno dell’organizzazione. Brevi interventi, forniti su un formato basato-Web uno-a-uno o, tendono ad essere associati con cambiamento individuale. Al contrario, strategie ambientali (ad esempio politiche di alcol-controllo, il monitoraggio disponibilità sociale e fisico di alcol durante le ore di lavoro, le modifiche che riducono lo stress) obiettivo della forza lavoro nel suo complesso e il comportamento cambiamento nella popolazione. Tuttavia, queste tendenze non sono necessariamente sempre vero, perché ci possono essere effetti di sovrapposizione. Politiche a seguito strategie ambientali possono espandere o addirittura mandato di programma per la promozione della salute individuale o di proiezioni, ei programmi di salute sociale possono ridurre le barriere per utilizzare EAP in cui si verificano proiezioni e programmi di trattamento di alcol.

Gli autori forniscono un quadro (vedi tabella) per iniziare a pensare e la generazione di disegni di ricerca che andrebbero al di là di studi isolati per esaminare gli effetti unici, combinato, e da allora in poi olistici di interventi. D’altra parte, la tabella può essere usata per aiutare il controllo ricercatori per o co-variano altri fattori. A causa della complessità osservato, le quattro strategie possono essere meglio pensato di caratteristiche come separate che possono essere manipolate (o controllata per) in tutto il disegno, piuttosto che i tipi di intervento alternativi.

Informativa finanziaria

Gli autori dichiarano di non avere interessi finanziari concorrenti.

Riferimenti

Apgar, K.R. Problema Brevi: Soluzioni ad abuso di sostanze sul posto di lavoro: strategie di prevenzione e trattamento. Washington, DC: Business Group Nazionale sulla salute 2003.

Bell, N .; Mangione, T.W .; Howland, J .; et al. barriere cantiere per la gestione efficace dei problemi di alcol. Journal of Occupational and Environmental Medicine 38 (12): 1213–1219,1996.

Cook, R.F .; Indietro, A.Ş .; Trudeau, J.V .; e McPherson, T. L’integrazione di sostanze prevenzione abuso in programmi di promozione della salute nei luoghi di lavoro: un intervento sociale cognitiva mira l’utente mainstream. In: Bennett, J.B. e Lehman, W.E.K. Eds. Prevenire posto di lavoro Sostanza Abus e. Washington, DC:. American Psychological Association 2003, pp 97–133.

Cook, R.F .; Hersch, R.K .; Indietro, A.Ş .; e McPherson, T.L. La prevenzione di abuso di sostanze tra i lavoratori edili: una prova sul campo di un programma cognitivo-sociale. Ufficiale di prevenzione primaria 25 (3): 337–357, 2004.

Hoffman, J. e Larison, C. Il consumo di droga, infortuni sul lavoro e turnover del personale. Journal of problemi di droga 29: 341–364, 1999.

McMahan, S .; Wells, M .; Stokols, D .; et al. Valutare la programmazione della promozione della salute nelle piccole imprese. American Journal of Health Studies 17 (3): 120–128, 2001.

Midford, R .; Welander, F .; e Allsop, S. Prevenzione alcool e di altri problemi di droga sul posto di lavoro. In: Stockwell, T .; Gruenewald, P .; Toumbourou, J .; e Loxley, W .; Eds. Prevenire sostanza nociva Uso: la base di conoscenze per la politica e la pratica. Chichester, West Sussex, in Inghilterra: John Wiley & Sons, Ltd. 2005, pp. 191–205.

Murray, D.M. Progettazione e analisi di studi di gruppo randomizzato. New York, NY: Oxford University Press, 1998.

Naimi, T .; Brewer, R.D .; Campbell, K.P .; e Chattopadhyay, S. abuso di alcol prove-dichiarazione: screening e consulenza. In: Campbell, K.P .; Lanza, A .; Dixon, R .; et al .; Eds. Un acquirente’s Guida ai servizi di prevenzione clinici: Scienza Moving in copertura. Washington, DC: Business Group Nazionale sulla salute, 2006.

Newcomb, M.D. potenziali dinamiche di intossicazione sul posto di lavoro: predittori e le conseguenze personali e relative al lavoro. Psicofarmacologia Sperimentale e Clinica 03:56–74, 1995.

Patterson, C.R .; Bennett, J.B .; e Wiitala, W.L. Sano e non sano di stress svolgimento: Promuovere la salute nelle piccole imprese. Journal of Business e Psicologia 20 (2): 221–247, 2005.

Petree, R.D .; Broome, K .; e Bennett, J.B. Esplorare e ridurre lo stress nei giovani operai del ristorante: risultati di uno studio randomizzato di campo. American Journal of Health Promotion. in stampa.

Related posts

  • Alcol – L’Ufficio of Adolescent Health, abuso di alcol effetti sulla salute.

    LO SAPEVATE? Dai un’occhiata a queste risorse per gli adolescenti che possono essere prese con problemi di alcol: Chiamare il abuso di sostanze e sostanza servizi di salute mentale di Amministrazione (di SAMHSA) …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, la prevenzione abuso di alcool.

    Prevenzione mirati approcci cosa funziona Melissa H. Stigler, Ph.D. M.P.H .; Emily Neusel, M.P.H .; e Cheryl L. Perry, Ph.D. MELISSA H. Stigler, Ph.D. M.P.H. è un professore assistente, EMILY …

  • Uso e abuso di alcol – Harvard Salute, l’uso di alcol.

    A livello nazionale, quasi uno su 13 persone di età superiore ai 12 ha un problema con l’alcol. Altri milioni di impegnarsi in comportamenti di consumo a rischio che mettono a rischio la loro salute, le relazioni, la produttività, e …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 34, Numero 2, problemi di salute associati con l’alcolismo.

    L’alcol Health Research, Volume 34, Number Issue 2 J RGEN REHM, Ph.D. è direttore del Dipartimento di sociale ed epidemiologica di ricerca presso il Centro per dipendenze e salute mentale e …

  • Ricerca Alcol – Salute, Volume 33, Numero 4, la terapia per la dipendenza da alcol.

    L’alcol Health Research, Volume 33, Numero Numero 4 Katie Witkiewitz, Ph.D. e G. Alan Marlatt, Ph.D. KATIE WITKIEWITZ, Ph.D. è un professore assistente presso il Dipartimento di Psicologia presso …

  • Alcol, droghe e aumento di peso o perdita di ciò che dice la ricerca, effetti dannosi dell’abuso di alcol.

    Circa l’autore Dr. Karen Vieira, PhD MSM Dr. Vieira è un ricercatore con un dottorato in Scienze Biomediche presso la University of Florida College of Medicine Dipartimento di Biochimica …

Related posts