BBC – Giardinaggio – Flower mostra – Cosa c’è in un nome, il nome di una pianta dopo qualcuno.

BBC - Giardinaggio - Flower mostra - Cosa c'è in un nome, il nome di una pianta dopo qualcuno.

Cosa c’è in un nome?

Alcune cultivar vengono scoperti come gli sport casuali, altri sono stati distillati da centinaia di migliaia di piantine impollinate a mano.

Il rituale di celebrità accettare una rosa o un pisello dolce chiamato dopo di loro fa parte del fascino di Chelsea. Ma non c’è bisogno di essere famoso per avere un impianto prende il nome da voi.

Josephine Hill è stato lo shopping a Twickenham quando vide una piccola piantina Clematis su una bancarella del mercato. Ha comprato e lo mise su una vasca sulla terrazza per vedere che cosa sarebbe rivelarsi.

Dopo una serie di disavventure – tra cui i suoi cuccioli con la vasca come una cava di sabbia e un cesto appeso crollare su di esso – la clematide finalmente fiorito tre anni più tardi. Josephine non aveva mai visto niente di simile – Grandi fiori doppi pom-pom in lilla.

“Chi è abituato a commentare su di esso”, dice Josephine. “Ho cercato di guardare in su in un libro, ma non ho potuto scoprire cosa fosse.”

Finalmente ha trovato Raymond Evison, un allevatore clematide da Guernsey e vincitore multiplo medaglia d’oro al Chelsea, che ha individuato una nuova varietà, e uno che aveva il potenziale di mercato – se potesse sopravvivere alle prove che i conti con nel giardino di Josephine, è doveva essere una pianta dura. Ha sperimentato che, gonfiato in su, e ha lanciato al Chelsea nel 1998. E ‘stato chiamato Clematis’ Josephine ‘.

“E ‘abbastanza sconvolgente”, dice Josephine. “Il principe Carlo e la gente negli occhi del pubblico sono fiori che prende il nome di loro – non io!”

“E ‘stato facile dare un nome le clematidi a causa del modo in cui è stato trovato”, dice Raymond Evison. “E naturalmente ci sono molte molte migliaia di Josephines in tutto il mondo, in modo da prendere in considerazione quando si sta chiamandolo”.

Una volta che un nome di pianta è deciso, è inviato al cancelliere Clematis internazionale per controllare è unico. Questo è dove i nomi possono incontrare una serie di insidie ​​brevettazione.

Per una nuova varietà, introdotta nel 2002, Raymond dice: “Ho avuto la brillante idea che potremmo forse chiamare ‘Il Re Leone’, perché aveva un centro come la criniera di un leone – ma Walt Disney ha detto di no!” Quello si è conclusa con il nome di gran lunga più sicuro di ‘Crystal Fountain’.

Se si vuole dare il proprio nome all’immortalità orticolo, in questi giorni si può pagare per avere una rosa che prende il nome di voi. Ma per gli altri impianti, come clematis e sweetpeas, è pura fortuna. Aiuta a essere correlato a un allevatore impianto, naturalmente; ma in mancanza di questo, forse la cosa migliore da provare è semplicemente quello di andare a fare shopping in un sacco di Londra bancarelle del mercato.

Related posts

Related posts