Alexis Carrel – Nobel Lecture Sutura di vasi sanguigni e trapianto di organi, materiale migliore

Alexis Carrel - Nobel Lecture Sutura di vasi sanguigni e trapianto di organi, materiale migliore

Nobel Lecture, 11 Dicembre 1912

Sutura di vasi sanguigni e trapianto di organi

anastomosi vascolari

(2) sutura. Passiamo ora a descrivere la tecnica di sutura, scegliendo come il nostro tipo l’anastomosi termino-terminale. Poi ci sarà indicare le modifiche che si svolgono nelle anastomosi termino-laterale e latero-laterale.

(3) ristabilimento della circolazione. Prima della diffusione viene ristabilita la linea di sutura occorre esaminare attentamente, e se un gap si trova tra due punti viene immediatamente chiusa. Successivamente, spugne garza sono posti sulla linea di sutura ed i morsetti sono rimossi, mentre una leggera pressione viene esercitata sulle spugne. Non vi è quasi sempre alcune perdite durante i primi minuti. Dopo due o tre minuti le spugne vengono rimossi, e se l’emorragia persiste vengono aggiunti uno o due punti complementari. È di fondamentale importanza che la ferita non essere chiuso prima è stato ottenuto completa emostasi dell’anastomosi. Infine, i vasi e del funzionamento del campo vengono lavati in soluzione di Ringer e la ferita chiusa senza drenaggio.

I risultati sono stati semplice come la tecnica. Nessuna emorragia era mai osservata e nessun stenosi è stata mai prodotto nella posizione delle anastomosi, disponibile una tensione corretta è stata effettuata sui punti di fissaggio durante la sutura. Occasionalmente ho notato nella Eck fistole una riduzione delle dimensioni dell’apertura vascolare, dovuta, certamente, a depositi di fibrina. La complicanza più comune che era adatto a prendere posto in relazione con suture vascolari, vale a dire. trombosi, non si è verificato quando questo metodo è stato correttamente utilizzato. In suture delle navi del calibro della carotide di un cane di medie dimensioni, così come in quelle di navi più piccole, si può dire che un obliterazione verificato in quasi cinque su cento casi. Nelle suture delle arterie o vene di depositi di calibro maggiore di fibrina volte potrebbe essere rilevata sulla linea di sutura, ma mai trombosi obliterante. In breve, possiamo dire che la trombosi è diventata una complicazione del tutto insolito in casi di operazioni vascolari.

Il Il trapianto bi-terminale consiste in interponendo un segmento di un vaso tra le estremità di un’altra nave. Questo trapianto può essere effettuata in vari modi, a seconda che il segmento è interposto fra le estremità tagliate di un’arteria o vena, o tra due diverse regioni del sistema circolatorio, o, ancora, tra una membrana sierosa e una vena. Se il segmento trapiantato è dello stesso animale, o da un altro animale della stessa specie, o da un altro tipo di animale, i trapianti sono autoplastico, homoplastic o heteroplastic rispettivamente.

In trapianti homoplastic l’aspetto della nave è rimasto normale. Quando la nave è stata esaminata in animale vivo sei mesi o più dopo l’operazione di solito era impossibile individuare il segmento trapiantato. Anche nei casi in cui la nave era stato conservato per diverse settimane in celle frigorifere i risultati erano gli stessi. Ma un esame istologico fatto tre mesi o più dopo l’operazione spesso ha mostrato che la costituzione istologica della parete era diventato modificato. In alcuni casi la parete era rimasta normale, ma nella maggior parte dei casi le fibre muscolari era completamente scomparso e dell’intima aveva addensato. Le fibre elastiche dei media sempre rimasti in una condizione normale, anche dopo diversi anni. Finora non è stato possibile riconoscere prima di utilizzare gli animali che possono subire uno scambio di segmenti vascolari senza subire degenerazione delle fibre muscolari, e coloro le cui fibre muscolari sarebbe, dopo tale scambio, completamente degenerare.

Questi vari esperimenti sui vasi sanguigni hanno dimostrato che arteriosi o venosi trapianti potesse essere eseguita con sicurezza, quando è stata utilizzata una tecnica adeguata. Era poco importa se le fibre muscolari erano conservate o no, come la parete vascolare si è adattata alla pressione, e si è verificato nessun dilatazione. trapianti autoplastico e homoplastic di arterie e vene possono, quindi, essere adottati nella pratica chirurgica per quei casi in cui è necessario per ristabilire la continuità di un’arteria.

A partire dal Lezioni Nobel. Fisiologia o Medicina 1901-1921. Elsevier Publishing Company, Amsterdam 1967

Diritto d’autore © La Fondazione Nobel 1912

Condividi questo:

Related posts

  • 1637CG – cromico suture Gut, cromico materiale intestino di sutura.

    Descrizione del prodotto CHROMIC Gut ritorto suture naturale assorbibile sutura cromico Gut sono assorbibili suture chirurgiche sterili composte da tessuto connettivo purificato (per lo più collagene) …

  • Articolo Pagina, materiale di sutura polyglyconate.

    John G. Raffensperger Donna Schwarz Dipartimento di Chirurgia, Ospedale pediatrico Memorial, Chicago, IL, USA accettato 7 agosto 1989. Disponibile online il 4 aprile 2004. Estratto Gli autori non hanno …

  • materiale di sutura assorbibile, Vicryl materiale di sutura.

    L’obiettivo è quello di selezionare un materiale che perde la sua resistenza alla trazione, le varie strutture tissutali recuperano le proprie funzioni come la ferita guarisce. Essenziale per questo è la resistenza a trazione …

  • Assorbibile Gut suture cromico, 12, cromico budello di sutura.

    La Pro Advantage assorbibile suture Chromic Gut sono fatti di una materia prima di alta qualità per il grande assorbimento e una resistenza estremamente elevata alla trazione. Tutte le suture sono confezionati in una sterile …

  • Articolo Pagina, monofilamento materiale di sutura.

    G. Molea F. Schonauer G. Bifulco D. D’Angelo Dipartimento di Chirurgia Plastica, Università di Napoli “Federico II”, Via S. Pansini 5, Napoli 1-80.131, l’Italia ha ricevuto 20 gennaio 1999. Accettate 14 …

  • Articolo Pagina, materiale di sutura Maxon.

    Argomenti in medicina e chirurgia: Elementi essenziali di aviaria / esotici chirurgia animale Michael S. McFadden MS, DVM, Dip. ACVS. University of Illinois, Dipartimento di Veterinaria Medicina Clinica, Urbana, IL …

Related posts